Liliana Segre. Auguri Senatrice.

La testimonianza e il coraggio di Liliana Segre sono un esempio per IDEA Atripalda. Da sempre ci colpiscono le sue parola forti e nitide dirette a quelle che sono i suoi “nipoti ideali”, perché non si perdano mai i diritti ed il rispetto delle persone. Perché mai più si decida di navigare nel mare dell’indifferenza.

La Senatrice Segre nel 1938 aveva solo 8 anni quando per colpa delle leggi razziali venne espulsa da scuola perché ebrea. Lo seppe pochi giorni prima di compiere otto anni.

Suo padre Alberto, il 5 settembre del 38 le lesse il regio decreto-legge n.1390. L’art. 2 recitava  “Alla legge di qualsiasi ordine e grado, a cui studi sia riconosciuto effetto legale, non potranno essere iscritti alunni di razza ebraica”.

Nel dicembre del 43 venne arrestata e poco dopo cominciò la sua deportazione, che la portò fino ad Auschwitz, per poi tornare a Milano solo nell’agosto del 1945.

La Segre da allora combatte ogni giorno il razzismo e l’indifferenza in tutte le sue forme e le sue articolazioni. La sua nomina a Senatrice a Vita da parte del Presidente Mattarella resta per noi una delle decisioni più belle che si potessero compiere, una nomina non simbolica, ma con la precisa volontà di voler abbattere il muro dell’indifferenza.

Oggi l’attuale Senatrice a vita compie 90 anni e noi, come sempre, restiamo dalla sua parte.

Per costruire insieme una società migliore.

Auguri Senatrice Segre.