Archivi del mese: Luglio 2020

“WiFi4EU”: un’occasione sprecata

Poche ore fa è stato reso noto l’elenco dei Comuni che beneficeranno dei fondi europei previsti dal bando “WiFi4EU”. Diverse città irpine hanno, con lungimiranza e attenzione, presentato richiesta.

In particolare, parliamo di Calabritto, Castelfranci, Conza della Campania, Grottolella, Guardia Lombardi, Montella, Quindici, Salza Irpina, Sturno, Torella dei Lombardi, Villamaina, Volturara Irpina e Zungoli.

Avevamo, a tempo debito, proposto al nostro Comune di credere in questo progetto e aderire al bando. Purtroppo, così non è stato.

Un vero peccato, in quanto Atripalda avrebbe avuto a disposizione 15.000 Euro da investire nell’installazione di hotspot Wi-Fi gratuiti negli spazi pubblici.

Soprattutto nei mesi di lockdown abbiamo potuto comprendere quanto sia importante avere una connessione ad internet stabile, per poter lavorare da casa, proseguire i percorsi di studio, ma anche intrattenere dei rapporti a distanza, nell’impossibilità di incontrarsi dal vivo.

Un’occasione sprecata. Lo constatiamo con rammarico. La speranza è che in futuro si possano cogliere queste opportunità di sviluppo per la nostra comunità.

Pensiamo al bando nazionale per favorire lo sviluppo sostenibile del territorio. Il Comune di Atripalda avrebbe diritto a 90.000 Euro.

Noi attendiamo, come sempre, con la massima fiducia.

#FreePatrick, possiamo fare la nostra parte

Patrick George Zaki ha 27 anni, è uno studente dell’Università di Bologna e si trova detenuto in Egitto dal 7 febbraio scorso. Secondo le parole dei suoi avvocati, gli agenti lo hanno tenuto bendato ed ammanettato per 17 ore in aeroporto, dove lo hanno interrogato.

I pubblici ministeri di Mansoura hanno ordinato la detenzione preventiva di Zaki, in attesa delle indagini. Tra le accuse mosse troviamo “diffusione di notizie false”, “incitamento alla protesta” e “istigazione alla violenza e ai crimini terroristici”.

Il 5 marzo, Patrick George Zaki è stato trasferito nella prigione di Tora, al Cairo. Nello stesso giorno, la Commissione Diritti Umani del Senato ha ascoltato l’ambasciatore italiano al Cairo che ha garantito il massimo impegno sul caso.

Dopo la barbara uccisione di Giulio Regeni, ancora avvolta, per molti versi, nel mistero, siamo dinanzi ad un nuovo caso molto simile. L’arresto di Zaki è privo di qualunque fondamento. Oltre tutto, si tratta di un fermo preventivo, che ha visto numerose proroghe e nessuna decisione definitiva.

A rendere la situazione ancora più complicata è l’epidemia da Covid-19, che ha, di fatto, contribuito ad allungare una detenzione ingiusta. Ciò ci impone di far sentire la nostra voce, con ogni mezzo possibile.

E’ per questo che abbiamo deciso, come IDEA Atripalda, di aderire all’iniziativa “100 Città con Patrick”, promossa dalla organizzazione no-profit “GoFair”.

Abbiamo, infatti, protocollato presso il Comune di Atripalda, tramite procedura elettronica, la richiesta di discutere una mozione per conferire la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki.

L’iniziativa ha l’obiettivo di far sentire una potentissima voce al Governo centrale, in modo da spingerlo a concedere la cittadinanza italiana a Zaki. Così si avrà la possibilità di salvare la vita ad un innocente.

Molti Comuni stanno rispondendo all’appello di “GoFair”. Anche Atripalda può fare la propria parte, con un piccolo gesto, ma molto significativo.