Ma Alvanite nel 2030?

Nella nostra cittadina è difficile che si parli delle periferie, anche perché spesso siamo concentrati su altro.

La scorsa settimana è accaduto qualcosa di interessante in contrada Alvanite, dove i cittadini si sono riuniti in un’assemblea per dire la propria sulla situazione del quartiere, per sottolineare tutte quelle disattenzioni con cui convivono da anni.

La soluzione non è semplice e sicuramente non è l’obiettivo di questa nostra riflessione. Possiamo sicuramente dire che manca un ponte tra la periferia ed il centro della cittadina, un ponte che sembra necessario per immaginare un Alvanite realmente connessa con la restante parte della città.  

Non siamo convinti che il progetto “Alvanite Quartiere Laboratorio” contenga tutte le soluzioni, poiché se da un lato va a risolvere problematiche di manutenzione e di vivibilità d’altro canto non prova ad incidere sulle dinamiche che hanno creato le condizioni che si vivono oggi.

Concludiamo dicendo che certamente la creazione di un comitato di quartiere sia necessaria da parte della cittadinanza che potrà farsi portavoce delle istanze del quartiere e dall’altro potrà far parte della costruzione di questo progetto immaginando  Alvanite da qui a 10 anni.