Archivi del mese: Giugno 2019

La soluzione è il confronto, facciamolo per Atripalda

Abbiamo ritenuto importante partecipare, parola alla cui siamo molto affezionati, alla conferenza stampa del gruppo consiliare di opposizione “Noi Atripalda”.

Non ci dilungheremo molto su ciò che “Noi Atripalda” ha riportato, poiché potrete trovare quanto detto su i quotidiani locali; approfitteremo di questo spazio per riportare alcune riflessioni su quello che ci auguriamo succeda. Ciò che a noi pare evidente è una viva diatriba tra la maggioranza e l’opposizione; su questo punto vogliamo soffermarci chiedendo ad entrambe le parti di mettere da parte i dissapori ed impegnarsi a lavorare nella stessa direzione.

Questo soprattutto su alcune tematiche importanti, come per l’appunto l’ambiente, punto che merita delle riflessioni condivise sia dalla due fazioni del parlamentino, sia dalla cittadinanza, con cui si potrebbero vivere momenti di incontro e confronto per conoscere ed approfondire le esigenze e i bisogni della città.

Proprio su questo punto chiediamo al Sindaco Giuseppe Spagnuolo e al Consigliere comunale con delega all’ambiente Costantino Pesca di convocare un’assemblea pubblica nella quale sia il gruppo consiliare “Noi Atripalda”, sia cittadini singoli ed associati, possano dire la propria su tale questione, e nel quale l’amministrazione spieghi fin dove abbia la possibilità di spingersi.

Come sempre, riteniamo che sia necessario prendere parte alla discussione e non demandare ad altri. Noi stessi prendiamo l’impegno di non creare critiche fine a sé stesse, ma di creare proposte concrete e percorsi costruttivi. Proposte e contributi sono elementi indispensabili per una discussione critica al fine di realizzare IDEE per la cittadinanza.

“Oh Capitano, mio Capitano”

Audaci verso il naufragio.

Il rincorrersi delle notizie, di dichiarazioni e di posizioni politiche ci induce a creare un solco tra le conseguenze pratiche e le ragioni, spesso particolari, delle nostre idee. Risulta naturale come la nostra distrazione, tanto cinica quanto idealista, diventi l’unica metodologia con cui vagliare il valore dell’esistenza umana.

“La soluzione per le persone a bordo della Sea Watch è possibile solo una volta sbarcate”.

Queste parole – pronunciate dal commissario europeo Dimitris Avramopoulos – possono essere utili non solo per comprendere criticamente lo stato delle cose, ma soprattutto per far emergere le ragioni di quanto affermato.  

Secondo un primo piano d’analisi, la validità risiederebbe su due elementi:

  1. il primo riguardante il Diritto internazionale,
  2. il secondo riguardante la razionalità strategica quale efficace realizzazione delle regole comunitarie.
continua a leggere…

LA COSTITUENTE DELLE IDEE [REPORT]

La parte più difficile di un’idea è metterla in pratica, per fare ciò vi è un lungo percorso che per noi ha inizio con “LA COSTITUENTE DELLE IDEE” tenutasi il 22 Giugno presso la Ex Sala Consiliare, la cosiddetta OFFICINA, in Villa Don Giuseppe Diana.

continua a leggere…

Dalla parte dell’amore, dalla parte del pride

Questa è una settimana importante per la nostra cittadina, il 15 Giugno si svolgerà un evento di rilevanza regionale dedicato all’amore.
La manifestazione di cui parlo è l’Abellinum Pride, il primo pride per Atripalda organizzato dall’associazione “Apple Pie: l’amore merita” che in rete con le realtà locali ha saputo costruire non solo un evento ma un percorso di formazione che vedrà il giorno 15 sfilare per la nostra cittadina centinaia, magari migliaia di persone in nome dell’amore.

Siamo fieri che la nostra città ospiti questo evento,  e saremo ancora più fieri di sfilare per le strade di Atripalda  condividendo un’unica battaglia: il diritto ad amare. Perché l’amore è una cosa particolare, uno di quei sentimenti che ci rende vulnerabili e che ci illumina le giornate.

“Amatevi bene, amatevi male ma amatevi perché è l’amore a dare forma al mondo.”

Berlinguer un faro per il futuro

Oggi ricorre il 35° anniversario della morte di Enrico Berlinguer segretario del PCI e fiero antifascista.

Il 7 giugno 1984 Berlinguer tenne un comizio a Padova, sul palco di Piazza della Frutta, in vista delle successive elezioni europee. Durante l’intervento venne colpito da un ictus che lo costrinse a una pausa mentre si apprestava a pronunciare la frase:

«Compagni, lavorate tutti, casa per casa, strada per strada, azienda per azienda.»

continua a leggere…